Weekend in Puglia

Ciao ragazzi, abbiamo deciso anche questa volta di partire anche se per due giorni alla scoperta di un altra parte della Puglia. Partendo da Cosenza abbiamo deciso che la nostra tappa sarebbe stata la rinomata spiaggia di

Porto Badisco (Otranto).

Panorama della spiaggia di Porto Badisco - Puglia
Porto Badisco

Arrivare é stato abbastanza facile, abbiamo parcheggiato al primo parcheggio custodito situato proprio all’entrata, il costo varia dai 3€ ai 4€ al giorno a seconda se se vuol lasciare la macchina al sole o sotto dei tendoni all’ombra. Dopo un po’ di cammino a piedi, siamo arrivati sulla spiaggia, molto piccola per l’utenza del mese di agosto ma comunque attrezzata. È stata una bella giornata, solo che la poca spiaggia e le enormi distese di rocce non ci hanno molto allietato.

Panorama della spiaggia di Porto Badisco Puglia
Porto Badisco

Alle 14:30 partenza da Porto Badisco a Castro verso  l’hotel Orsa Maggiore situato proprio sopra il punto di interesse “Grotta Zinzulusa”. Diciamo che ci va in questi posti in cerca di distese enormi di spiaggia, rimarrà deluso.

Scogliera nei pressi della
Scogliera nei pressi della “Grotta Zinzulusa”

In questa zona l’unico accesso al mare é situato sul percorso che porta all’entrata della grotta, attraverso delle scalette che servono di aiuto per risalire una volta essersi tuffati dagli scogli presenti, purtroppo essendoci solo questo di accesso é quasi impossibile riuscire a trovare il modo per farsi un bagno, In alternativa, per ovviare al problema hanno costruito una bellissima piscina sul mare sempre a pagamento.

Tour verso la
Tour verso la “Grotta Zinzulusa”

Otranto.

Nel tardo pomeriggio dopo esserci fatti una bella doccia nel nostro hotel, abbiamo deciso di spostarci verso la città di Otranto.Abbiamo trovato un parcheggio libero  a circa 500 metri dal castello. Un consiglio, parcheggiate bene perché i vigili sempre presenti non perdonano. Siamo rimasti affascinati dalla particolarità del centro storico della città. Non avendo molta fame abbiamo deciso di mangiare una bella frittura di pesce in una friggitoria vicino al mercato, dobbiamo dire che il proprietario é stato molto gentile, prima di ordinare ci ha fatto degustare il pesce, dobbiamo essere sinceri e dire che la qualità era veramente ottima, ritorneremo volentieri per gustare le altre delizie. Il prezzo é molto competitivo, basta tener conto che per 100 grammi frittura ci vogliono 3,90€.

Otranto di sera Puglia
Otranto di sera

Dopo una bella giornata stancante, abbiamo deciso di tornare in hotel per riposare, pensando all’itinerario del giorno seguente. Non avendo molto tempo per fermarci nei vari paesi, abbiamo deciso di proseguire sulla costiera per raggiungere la spiaggia “le Maldive del Salento” nei pressi di Pescoluse (LE). Proprio mentre ci trovavamo in viaggio, siamo rimasti folgorati da un piccolo fiordo ancora poco conosciuto:

Ciolo.

Dalla strada per raggiungere il mare, bisogna scendere una grande scalinata, ma i gradini sono comodi e nuovi, il mare é di un blu esagerato. In prossimità della piccola spiaggia ci sono dei gradini che portano direttamente in acqua per poter facilitare l’ingresso e la fuoriuscita dalla stessa, per i più audaci, non c’è niente di meglio che cimentarsi nei tuffi dalla scogliera che anche in questo caso é presente. Beh possiamo dire che anche questo é un piccolo angolo di paradiso, ovviamente una volta arrivati giù non é presente alcun bar o ristorante, quindi prima di scendere é bene munirsi di cibo e acqua che si possono acquistare anche al chioschetto posto sulla strada prima di scendere a mare.

Fiordo di Ciolo Puglia
Fiordo di Ciolo

“Maldive del salento”.

Arrivati alle Maldive del Salento, entriamo nel parcheggio dove per i primi 45 minuti sosta sono gratuiti oltre i 45 minuti il costo é di 4€ giornalieri. A noi sono bastati 10 minuti per correre via, la spiaggia libera  piccolissima e super piena, quella attrezzata per un ombrellone con due lettini il costo si aggirava sui 35€, vabbè che era agosto però ci è sembrato un costo elevato per cui abbiamo deciso di spostarci verso Gallipoli. Beh anche in questo caso ci dispiace molto ma non sono luoghi che ci attirano più di tanto sarà perché sono super affollati e oramai anche un po’ rovinati dal turismo corrosivo.

Una delle cose positive del viaggio é stato il pranzo a Gallipoli al ristorante “Il piccolo lido” abbiamo ordinato una porzione di insalata di mare da dividere come antipasto ed un piatto di pasta “maritati con frutti di mare”, beh, i maritati sono un tipo di pasta tipica della zona, sono orecchiette miste a fusilli corti, é stato un ottimo pranzo con delle porzioni super, consigliamo questo ristorante vivamente, prezzo nella norma abbiamo pagato 42€. Sono stati due giorni belli alla scoperta di una Puglia che ancora non conoscevamo. Ciao e al prossimo viaggio.

Lascia un commento

Chiudi il menu