Roma: Viaggio fotografico nella capitale

Da un po di tempo stavamo pensando di organizzare un viaggio nella capitale, così approfittando di un weekend disponibile siamo partiti. Da Lamezia Terme,  non ci sono compagnie aeree low cost dirette verso Roma.  Il treno, si sa prenotarlo all’ultimo minuto costa tanto, così questa volta abbiamo scelto l’autobus per spostarci. Abbiamo trovato una buona offerta con Flixbus per l’andata e un’offerta dell’autolinee La Valle per il ritorno spendendo 40,00 € a persona.

Siamo partiti da Cosenza nel primo pomeriggio di venerdì per arrivare all’autostazione di Roma Tiburtina in serata. Dall’autostazione abbiamo preso la metro che ci ha portato fino alla stazione di Castro Pretorio. A circa 300 metri avevamo prenotato una stanza presso l’hotel Sol Levante. Abbiamo acquistato un biglietto della durata di 48 ore al costo di 12,50 € a persona (le biglietterie automatiche sono presenti in tutte le stazioni) con cui è possibile utilizzare metro, tram o autobus. Ci sono diversi tipi di biglietti, maggiori informazioni sul sito ufficiale. 

Alla scoperta di Roma.

Dopo il check-in in albergo siamo usciti per visitare e sopratutto fotografare Roma di notte. Non era la prima volta che la visitavamo perciò essendo appassionato di fotografia notturna ci siamo recati nei posti più belli per scattare qualche foto. Così, da Castro Pretorio con la metro siamo arrivati alla fermata Colosseo situata appunto sotto il Colosseo. Ovviamente a quell’ora l’ingresso era chiuso, ma avendolo già visto in altre occasioni non era di nostro interesse  andarlo a visitare. Invece, per chi volesse visitarlo sul sito ufficiale ci sono gli orari e i costi. Ci siamo recati sul ponte che collega via del Fagutale con via Vittorino da Feltre per scattatare qualche foto. 

Colosseo Roma
Colosseo

Fori Imperiali.

Proseguendo lungo via dei Fori Imperiali siamo arrivati fino al Campidoglio. Il panorama percorrendo questa strada è spettacolare infatti si possono ammirare i Fori di Cesare,di Augusto, di Nerva e di Traiano. Se si ha a disposizione una macchina fotografica adeguata ed un piccolo treppiede si scattano foto mozzafiato.

Foro di Traiano Roma
Foro di Traiano

Arrivati nei pressi del Foro di Cesare, siamo saliti da via San Pietro in Carcere e siamo arrivati a piazza del Campidoglio.

Foro di Cesare Roma
Foro di Cesare

Qui, abbiamo ammirato la maestosa piazza, il Palazzo dei Conservatori, il Palazzo Nuovo, la Fontana della Dea Roma e il Palazzo Senatorio. Il Palazzo dei Conservatori è la sede dei Musei Capitolini, informazioni su orari e costi sul sito ufficiale. Continuando per via del Campidoglio, dietro Palazzo Senatorio per circa 150 metri  siamo arrivati ad una specie di terrazzino panoramico da dove si può ammirare la parte più bella dei Fori Romani. Da questo punto è possibile scattare foto e selfie stupendi sopratutto di sera/notte, ma ho visto anche foto stupende scattate all’alba.

Fori Imperiali
Fori Imperiali

Dopo questa breve sosta siamo ritornati a piazza del Campidoglio e dopo essere passati dalla cordonata capitolina siamo arrivati davanti il Vittoriano a piazza Venezia. Dopo aver scattato qualche foto, abbiamo ripreso la nostra passeggiata e siamo giunti ad una delle piazze più belle e celebri di Roma: Piazza Navona. Ho provato a fare qualche foto però visto l’ora non tarda in piazza c’era ancora molta gente quindi non ho trovato lo spot ideale. Da piazza Navona abbiamo proseguito fino ad arrivare alla famosa Fontana di Trevi. Dopo una breve sosta ci siamo recati a piazza di Spagna dove abbiamo preso la metro per ritornare a Castro Pretorio.

Piramide e Garbatella.

Il sabato mattina abbiamo iniziato il nostro giro recandoci alla Piramide di Caio Cestio. Si tratta dell’unico monumento funerario a forma di piramide di Roma, costruita tra il 18 e il 12 a.C. come tomba per Caio Cestio Epulone un membro dei Septemviri Epulones. 

Piramide di Caio Cestio Roma
Piramide di Caio Cestio

Successivamente ci siamo recati nel quartiere Garbatella, Marilisa seguiva i Cesaroni e ha voluto vedere il bar dove è stata girata la serie tv …

Dalla stazione Garbatella ci siamo recati alla fermata Circo Massimo. Ci siamo recati prima alla Chiesa di San Gregorio al Celio e poi alla Basilica Santi Giovanni e Paolo e infine all’Arco di Costantino.  Ripresa poi la metro alla fermata Colosseo ci siamo recati in zona Tuscolana per una breve visita a parenti. 

Giardino degli Aranci.

Il pomeriggio da Numinio Quadrato sempre con la metro ci siamo diretti alla stazione Piramide per proseguire poi a piedi al Giardino degli aranci. Non eravamo mai stati in questo posto, è un luogo un po nascosto situato sul colle Aventino di fianco alla Basilica di Santa Sabina. Il nome deriva proprio dalla presenza di molti alberi di arance amare che decorano il giardino. E’ presente anche una terrazza panoramica da dove si può ammirare uno dei più bei panorami di Roma. L’ingresso è libero. 

Dopo aver scattato delle fotografie abbiamo visitato la Basilica di Santa Sabina. Circa 300 metri più avanti si trova il buco della serratura della Villa del Priorato di Malta che è diventata un’ importante attrazione turistica.  Da questa serratura si riesce a vedere la cupola della Basilica di San Pietro. Come si vede dalla foto la fila era interminabile.

Buco della serratura Roma
Turisti in coda al buco della serratura

Ci siamo recati alla Bocca della Verità, l’antica maschera in marmo situata nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin, ma anche qui la fila era lunghissima.

Bocca della Verità Roma
Bocca della Verità

Gianicolo e Isola Tiberina.

Tramite l’autobus 44 ci siamo recati al colle Gianicolo per ammirare il panorama notturno visto che nel frattempo eravamo giunti al tramonto. Dopo qualche foto dalla terrazza del Gianicolo ci siamo diretti verso l’isola Tiberina, l’unica isola urbana sul Tevere. Il primo tratto fino a piazza Della Rovere l’abbiamo fatto a piedi il secondo tratto con l’autobus 280 che ci ha portato a circa 100 metri dal ponte Cestio, uno dei due ponti che collega l’isola Tiberina con Trastevere. Abbiamo fatto un giro veloce sull’isola e attraversato il ponte Fabricio (il secondo ponte di collegamento) per arrivare sull’altra sponda del Tevere.

Isola Tiberina Roma
Isola Tiberina

Castel Sant’Angelo e piazza San Pietro.

Passeggiando lungo il Tevere siamo giunti a Castel Sant’Angelo, un altro dei tanti monumenti di Roma da fotografare. Infine come ultima tappa della giornata abbiamo visitato piazza San Pietro e dopo aver scattato qualche foto siamo rientrati in albergo.

Castel Sant'Angelo - Mausoleo di Adriano - Roma
Castel Sant’Angelo

Piazza San Pietro e Angelus.

Il mattino seguente, domenica, di buon ora ci siamo recati a piazza San Pietro per visitare la Basilica. Siamo arrivati verso le 9.30 quindi ancora c’era poca gente, infatti abbiamo perso circa 5 minuti per effettuare i controlli di sicurezza ai metal detector.  Per salire in cima alla cupola, bisogna seguire le indicazioni presenti nella Basilica e  acquistare il biglietto. Percorrendo a piedi i 551 gradini il biglietto costa € 8,00. Invece, con il biglietto dal costo di 10,00 €  si sale fino al terrazzo in ascensore, per poi percorrere a piedi i rimanenti 320 gradini. Sul sito ufficiale maggiori informazioni sugli orari di visita. Noi l’avevamo già visitata quindi questa volta non non siamo saliti, abbiamo visitato però tutto il “visitabile” all’interno della Basilica. Una volta usciti all’esterno, abbiamo atteso la celebrazione dell’Angelus da parte di papa Francesco.

Il pomeriggio l’abbiamo passato nei vari negozi tra via del Tritone e via dei Condotti. Al tramonto ci siamo recati di nuovo al buco della serratura, che in quel momento era deserto e finalmente abbiamo potuto ammirare la vista del cupolone.

Buco della serratura Roma
Vista dal buco della serratura

Infine ci siamo recati all’autostazione Tiburtina per rientrare a casa.

Anche se eravamo stati a Roma già diverse volte, anche per più giorni, è sempre bello ritornarci. Sicuramente sono ancora molte le cose da vedere, ma il tempo è nostro nemico per cui ritorneremo  presto. Le foto in alta risoluzione sono visibili sul mio profilo 500px.

Lascia un commento

Chiudi il menu