Arrivo e trasferimento a Manhattan

Siamo partiti da Lamezia Terme con un volo Alitalia verso Roma Fiumicino e poi sempre tramite Alitalia un altro volo da Roma Fiumicino verso l’aeroporto di New York J. F. Kennedy. In Italia il 13 maggio 2019 la temperatura era di circa 20 gradi centigradi, a New York circa 9 gradi centigradi con la  pioggia…eravamo preparati, le informazioni meteo prevedevano proprio questo.

Arrivo e trasferimento in albergo.

Scesi dall’aereo a New York, ci siamo recati al controllo passaporto e dopo circa 15 minuti ci siamo recati verso l’uscita.

Per andare verso il centro dall’aeroporto ci sono diverse soluzioni: taxi, Uber, autobus, navette, oppure una combinazione tra AirTrain (un treno di superficie che collega i terminal) e metropolitana.

Noi abbiamo scelto la soluzione più veloce e più economica, quindi AirTrain e metropolitana anche perché non avevamo bagagli ingombranti.

L’albergo dove abbiamo alloggiato, l’ Hotel Wolcott si trova a Manhattan per cui abbiamo preso l’ AirTrain al terminal 1 per arrivare alla stazione Jamaica.

AirTrain.

L’ AirTrain per spostarsi tra i vari terminal è gratuito. Per uscire dalla stazione bisogna utilizzare la metrocard, un biglietto elettronico ricaricabile utilizzabile contemporaneamente da quattro persone. Costa 1,00 $ e poi bisogna ricaricarla. L’uscita dalla stazione per ogni persona costa 5,00 $. 

Metrocard Airtrain New York
Metrocard Airtrain fronte/retro

L’ acquisto e la ricarica della metrocard si fanno direttamente alle biglietterie automatiche nella stazione. Si paga o in contanti in dollari oppure con la carta di credito. Poi basta inserire la card nel tornello e passa la prima persona si inserisce di nuovo la card e passa la seconda persona e così via. Noi abbiamo ricaricato 10,00 $, siamo usciti dalla stazione Jamaica e seguendo le indicazioni per la metro ci siamo recati alla stazione Sutphin Blvd-Archer Av-JFK S.

Metropolitana.

Poiché il nostro itinerario prevede l’uso continuo della metropolitana, abbiamo acquistato due metrocard specifiche per la metropolitana. Il costo è di 1,00 $ ciascuno a cui vanno aggiunte 33,00 $ ciascuno per avere viaggi illimitati per sette giorni in tutte le aree di New York.

Metrocard Metropolitana New York
Metrocard Metropolitana fronte/retro

In questo caso le metrocard sono individuali e non utilizzabili da più persone come l’ AirTrain. Si possono scegliere diverse versioni di metrocard in base al tempo di soggiorno, tutte le informazioni sul sito ufficiale.

Abbiamo preso la metro linea E direzione World Trade Center fino alla stazione Union Turnpike – Kew Gardens Station. Qui siamo scesi per cambiare treno e prendere la metro linea F direzione Coney Island – Stillwell Av fino alla stazione 34 St – Herald Sq Subway Station. Usciti dalla stazione l’hotel si trova a circa 400 metri e finalmente dopo circa un’ora e venti minuti dall’aeroporto siamo arrivati a destinazione.

Sembra tanto tempo, ma in realtà è il metodo più veloce e più economico rispetto al taxi, Uber o autobus. Il metodo più semplice per conoscere le linee, le direzioni da seguire, e le stazioni dove scendere e salire nella metro è l’utilizzo di google maps sullo smartphone, basta digitare la destinazione e si avranno tutte le informazioni dettagliate. Noi la utilizziamo dappertutto.

Arrivati nella camera dell’albergo, complice la pioggia e la stanchezza di 12 ore circa di voli, abbiamo deciso di non uscire e riposarci.

City Pass.

Avevamo acquistato online il New York CityPass C3 con 3 attrazioni su 10 a scelta incluse. Praticamente si tratta di un pass che al costo di € 78,84 permette di visitare 3 attrazioni a scelta su una lista di 10 entro 9 giorni dal primo utilizzo. Non c’è bisogno di scegliere le attrazioni al momento dell’acquisto, si può decidere tranquillamente in un secondo momento basta solo presentare il QR code all’ingresso della biglietteria. Con questo pass noi abbiamo visitato Ellis island e la Statua della libertà, il museo dell’11 settembre e l’osservatorio “Top Of The Rock” del Rockefeller Center. Maggiori informazioni sul sito ufficiale. Ovviamente ci sono tante altre versioni di City Pass basta fare una veloce ricerca su un qualsiasi motore di ricerca.

Lascia un commento