La valle dei Templi - Agrigento

Come già vi abbiamo accennato, subito dopo il tour delle città dove viene girata la fiction il Commissario Montalbano ci siamo recati alla valle dei templi ad Agrigento.

Siamo partiti da Scoglitti alle 10:30 del mattino e siamo arrivati alla valle dei templi verso le 12:30. Arrivare in questo luogo è molto semplice, inoltre è ben servito da parcheggi, in quanto uno a pagamento  si trova a ridosso dell’ingresso al costo di € 3,00 , mentre se si continua per circa 1 km si arriva ad un parcheggio libero dove si può lasciare l’auto senza problemi.

Ci sono varie tipologie di biglietti, per questo vi rimandiamo al loro sito ufficiale. Noi abbiamo scelto il biglietto per visitare solo la valle al costo di € 10,00 a persona senza audio guida, ma per chi la volesse il costo è di € 5,00 in più.

Inoltre per i più coraggiosi ricordiamo che ogni prima domenica del mese l’ingresso è gratuito per cui vi consigliamo di arrivare molto presto.

Tempio di Giunone.

Il primo Tempio che troviamo è quello di Giunone. In realtà come per tutti i templi presenti non si conosce effettivamente a quale divinità fosse dedicato, il nome Giunone venne dato per un errata interpretazione di un passo di uno scrittore romano il quale si riferiva al tempio di Giunone presente a Crotone nella Magna Grecia.

Tempio di Giunone
Tempio di Giunone

Tempio della Concordia.

Proseguendo lungo il percorso troviamo il tempio della Concordia che è considerato il tempio meglio conservato al mondo. Viene definito tempio della Concordia da Tommaso Fazello uno storico siciliano, il quale trovò un’ iscrizione latina con questo nome proprio nei pressi del tempio, anche se ancora oggi non si sa a chi fosse dedicato. Successivamente il tempio divenne una Chiesa per opera di Gregorio il vescovo di Agrigento. Quest’ultimo secondo la tradizione, consacrò il tempio ai Santi Pietro e Paolo dopo aver scacciato i demoni Eber e Raps.

Tempio della Concordia
Tempio della Concordia

Proseguendo troviamo le Necropoli Paleocristiana.  Qui si possono notare oltre 130 tombe scavate nella roccia. 

Tempio di Ercole.

Continuando a passeggiare, giungiamo al tempio di Ercole o di Eracle. Questo è il tempio più antico del sito.

La sua attribuzione all’eroe è ritenuta attendibile sulla base di un passo di Cicerone che ricorda l’esistenza di un tempio dedicato a Ercole presso l’Agorà.

Tempio di Ercole
Tempio di Ercole

In lontananza possiamo notare la tomba di Terone, un edificio funerario a forma di torre. L’edificio  apparteneva alla necropoli romana, Necropoli Giambertoni.

Tomba di Terone
Tomba di Terone

L’altro tempio che troviamo è quello di Zeus o Giove, uno dei più grandi templi antichi.  Quello che oggi è possibile vedere è quello che ne resta, probabilmente secondo gli storici quest’area fu soggetta a terremoti per cui il tempio fu danneggiato.

Tempio dei Dioscuri.

Seguendo sempre l’itinerario troviamo il Tempio dei Dioscuri, che secondo la tradizione era dedicato ai due gemelli  Catore e Pollice nati dall’unione fra Zeus  e Leda, moglie del re di Sparta Tindaro.

Tempio dei Dioscuri
Tempio dei Dioscuri

Il nostro giro finisce qui, anche se molte sono le altre attrazioni presenti, come il tempio di Vulcano che si trova nel giardino della Kolimbetra, il tempio di Atena, il tempio di Demetra e tanto altro ancora. 

E’ un bel luogo, consigliamo di visitare questa valle, a disposizione c’è anche un servizio navetta al costo di € 3,00 che parte dal tempio di Giunone. 

Presente anche un area adibita al ristoro, dove poter fare una piccola sosta, molte toilette e panchine sparse per la valle. 

Lascia un commento

Chiudi il menu