Alla scoperta dei luoghi del Commissario Montalbano

Ciao, oggi vogliamo parlarvi del nostro viaggio alla scoperta dei luoghi dove viene girata la fiction il Commissario Montalbano.

Siamo partiti da Cosenza in auto e ci siamo imbarcati sul traghetto a Villa San Giovanni. Il biglietto lo abbiamo fatto online sul sito di Caronte & Tourist,  risparmiando il 5% che non è molto, però è sempre meglio di niente e si risparmia tempo all’imbarco. Sbarcati a Messina ci siamo diretti verso Ragusa, la nostra prima meta.

Ragusa.

Abbiamo alloggiato presso l’affittacamere I Cappuccini,  prenotato tramite Booking.com, è situato in una posizione molto comoda per visitare Ragusa Ibla la parte più antica. In zona sono disponibili diversi parcheggi sia a pagamento che gratis. Dopo aver fatto il check-in ci siamo diretti subito alla scoperta di questa città iniziando a scattare qualche foto. Ci siamo incamminati passando per il ponte Papa Giovanni XXIII verso la Chiesa Santa Maria delle scale, da dove è possibile ammirare un bellissimo panorama di Ragusa Ibla.

Ragusa Ibla
Ragusa Ibla

Per arrivare fino al centro storico, bisogna scendere un bel po di gradini, continuando a camminare per i suoi vicoli si arriva al Duomo di San Giorgio che ha una grande imponenza forse data dalla posizione obliqua rispetto alla piazza sottostante.Il Duomo di San Giorgio rispecchia l’architettura sacra barocca e fu progettato dall’architetto Rosario Gagliardi di Noto.

Vicoli del centro storico
Uno dei tanti vicoli del centro storico

La piazza sottostante il Duomo corrisponde nel film alla piazza principale di Vigata.
Continuando a passeggiare ci siamo imbattuti nel ristorante dove il commissario Montalbano va a cena, nel film si chiama trattoria da Calogero mentre nella realtà si chiama A’ Rusticana.

Vista l’ora tarda ci siamo fermati in un pub a bere una buona birra prima di andare a dormire.

Il mattino seguente abbiamo fatto colazione a base di cannolo siciliano e caffè in un bar a piazza Duomo e subito dopo ci siamo recati a visitare il Duomo in quanto la sera prima era chiuso. 

Duomo San Giorgio - Piazza Duomo
Duomo San Giorgio – Piazza Duomo

Prima di concludere la nostra visita a Ragusa ibla abbiamo passeggiato per via XXV aprile e visto esternamente il municipio e la Chiesa di San Giuseppe.

Panorama di Ragusa Ibla
Panorama di Ragusa Ibla

Modica.

La nostra seconda meta per questo viaggio è Modica, una cittadina che a dire la verità ci è piaciuta molto. Avendo poco tempo a disposizione ci siamo recati a visitare il duomo di San Giorgio che è  inserito nella Lista Mondiale dei Beni dell’Umanità dell’UNESCO.

Duomo San Giorgio
Duomo San Giorgio

Subito dopo la visita abbiamo deciso di goderci il panorama della città con l’aiuto del trenino Barocco. Si tratta di un tour di 45 minuti che passa per le attrazioni principali del paese. Il costo del biglietto è di 5,00 € a persona. Il trenino è molto carino. Questo servizio viene effettuato anche nei comuni di Ragusa Ibla, e Scicli.

In questa città sono state girate diverse puntate del Commissario Montalbano, una scena che ricorre e che sicuramente tutti ricordano è quella in cui  Montalbano aspetta Livia che arriva con la corriera che si ferma proprio alle scalinate del Duomo.

Ci siamo fermati a pranzare con degli ottimi arancini al pistacchio, e non abbiamo perso l’occasione di acquistare il buon cioccolato, perchè Modica è famosa anche per questo.

Scicli.

La terza tappa del tour di Montalbano è Scicli. Ecco, qui gli appassionati della fiction si sentiranno come a casa. Appena arrivati ci siamo recati subito al municipio che nella serie tv è la sede del commissariato di Vigata.

Municipio di Scicli - Commissariato di Vigata
Municipio di Scicli – Commissariato di Vigata

E’ possibile visitare sia il commissariato che  la stanza del questore al costo di 6,00 a persona. Oppure singolarmente al costo di 3,00 € ad attrazione. Noi abbiamo scelto il biglietto da 6,00 € e abbiamo visitato commissariato e stanza del questore.

Il commissariato si trova al primo piano del municipio, è veramente tutto come nel film, infatti il set  non viene mai smantellato. E’ possibile vedere la stanza di Montalbano, l’ufficio di Catarella, è veramente tutto curato come se fosse un vero commissariato di Polizia.

Ufficio del Commissario Montalbano
Ufficio del Commissario Montalbano

La stanza del questore invece, si trova al piano superiore ed in realtà è la stanza del sindaco che viene utilizzata solo nelle occasioni importanti o per celebrare matrimoni.

Stanza del Questore
Stanza del Questore

L’esterno del palazzo del questore che vediamo in tv, in realtà è il Palazzo Iacono, che si trova circa a 300 metri dal municipio.

Dopo essere usciti, abbiamo fatto un giro su via Francesco Mornino Penna, che è la strada antistante il commissariato, camminando si ha modo di notare diversi luoghi che appaiono durante le puntate del film come ad esempio l’antica farmacia Cartia. Di location ce ne sarebbero ancora, ma il tempo è poco in quanto dobbiamo proseguire nel nostro itinerario.

Sampieri.

Proseguendo, abbiamo voluto visitare l’ex fornace Penna, la Mànnara nel film, che si trova a Sampieri dove sono state girate diverse scene del film.

Ex Fornace Penna - La Mànnara
Ex Fornace Penna – La Mànnara

Punta secca.

Subito dopo Sampieri, finalmente ci siamo recati a Punta Secca (Marinella nel film), uno dei luoghi importanti del film. In questo paese si trova la bellissima casa di Montalbano che in realtà è il b&b La Casa di Montalbano.

Casa del Commissario Montalbano
Casa del Commissario Montalbano

Qui è situata anche la famosa trattoria che si vede in quasi tutte le puntate del film. La trattoria si chiama Enzo a Mare, è veramente carina, peccato che sia chiusa in inverno e che apra solo da maggio a settembre.

Ristorante da Enzo
Ristorante da Enzo

Questo tour è stato fatto in un giorno e mezzo. Il tour di Montalbano è terminato  purtroppo come sempre il tempo è poco e le cose da vedere sono tante.  Una bella scaccia ragusana per cena e poi a dormire in un altro paesino di nome  Scoglitti dove abbiamo prenotato un altro appartamento,  per poi proseguire per la Valle dei Templi ad Agrigento.

Lascia un commento

Chiudi il menu